Foto_marmarolep_home p_home

Gruppo delle MARMAROLE
escursione di 5 giorni


ITINERARIO

Il gruppo delle Marmarole è probabilmente il più selvaggio e incontaminato delle dolomiti.

Nella sua parte interna non ci sono rifugi (soltanto bivacchi), i sentieri sono segnati ma occorre sempre prestare molta attenzione in quanto è facile perdersi.

Il punto di partenza ideale è il rif. S.Marco (1.840 mt.) accessibile da S. Vito via rif. Scoter (posto auto). Imboccare il sentiero 226 che in circa un'ora porta a forcella grande dov'è situata la magnifica torre dei sabbioni (forcella grande è un posto magnifico, uno dei più belli delle dolomiti).

Dopo un'obbligatoria sosta si riparte alla volta del biv. Voltolina (2.082 mt.) tramite il sentiero 280 che aggira la cengia del Doge (tratto attrezzato). Lo stesso sentiero conduce poi al biv. Musatti (2.111) attraverso numerosi saliscendi e un ultimo tratto di discesa (in parte attrezzato) particolarmente insidioso in caso di maltempo (prati ripidissimi!).

Attenzione: da forcella Vanedel, non scendere nell'omonima valle in quanto la roccia estremamente sgretolata rende particolrmante pericoloso tale rientro.

Dal biv. Musatti proseguire poi, per il medesimo sentiero, fino al bivacco Tiziano (2.246 mt.) . Da qui, per il sentiero 260, alla forcella della Froppa (possibilità di salita al Cimon del Froppa - 2.932 mt.) dove con ripida discesa si giunge al rif. Chiggiato (1.911 mt.) e di lì alla carrozzabile che collega Calalzo al rif. Capanna alpini (1.395 mt.).

Proseguire poi in direzione del rif. Galassi (sentiero 255) quindi, per focella piccola, rientro al rif. Scoter.

Itinerario lunghissimo, che consiglio di spezzettare il più possibile per poterlo godere appieno. La seconda parte del percorso (dal biv. Musatti al rif. Scoter) non l'ho percorsa in quanto costretto al rientro.

Necessario allenamento (causa bivacchi gli zaini sono un po' più pesanti del solito) e senso d' orientamento.

Si raccomanda di consultare sempre le previsioni del tempo e di non mettersi in marcia in condizionidi tempo incerto.

Occorre considerare all'incirca 5 ore di cammino per giorno facendo tappa nei rifugi/bivacchi sotto indicati.




RIFUGI

rif. GALASSI mt 2.018
accesso da s. Vito per rif. Scoter o da Calalzo per rif. Capanna alpini
1,30 h dallo Scoter per forcella piccola
rif. S. MARCO mt 1.840
accesso da s. Vito per rif. Scoter
1 h dallo Scoter
rif. CHIGGIATO mt 1.911
accesso da Calalzo per strada carrozzabile
rif. CAPANNA ALPINI mt 1.395
accesso da Calalzo per strada carrozzabile

BIVACCHI

biv. Voltolina mt. 2.082
Posto in un bellissimo circo roccioso ricchissimo di fauna.
9 posti
coperte disponibili
biv. Musatti mt. 2.111
9 posti
coperte disponibili
biv. Tiziano mt. 2.246
9 posti
coperte disponibili
Riepilogo punti d'appoggio
Tipologia Altitudine Posti letto
Galassirifugio2.018 mt.60
S. Marcorifugio1.840 mt.50
Chiggiatorifugio1.911 mt.50
Capanna alpinirifugio1.395 mt.40
Voltolinabivacco2.082 mt.9
Musattibivacco2.111 mt.9
Tizianobivacco2.246 mt.9
Ultima modifica: 01/01/1970
Sono le ore10:24:23 del giorno29/10/2020